Cosa vedere a Roma in due giorni

Roma è immensa, un museo a cielo aperto che nasconde sorprese ad ogni angolo. I suoi meravigliosi palazzi, i suoi tramonti suggestivi sono un incanto per gli occhi di ogni visitatore. A Roma ci sono musei, monumenti e attrazioni di epoche e stili diversi e per visitarli tutti non basterebbe una vita intera. Se si ha poco tempo ci si può sentire un po’ spaesati circa gli itinerari da seguire ma, con un minimo di organizzazione, si può vivere un meraviglioso week -end nella città eterna senza stress e senza rinunce.

Primo giorno: una passeggiata fra i vicoli del centro

Cominciamo la scoperta della città eterna con una golosa colazione nel quartiere Prati a pochi passi dal Ponte Cavour. Lo storico ” Antico Caffè Ruschena” in Lungotevere dei Mellini, propone i migliori cornetti di Roma accompagnati da un ottimo caffè e da un ricco assortimento di pasticceria. Il locale, ritrovo della Roma bene, è aperto anche per pranzo e dispone di tavolini all’aperto per la bella stagione. Una volta rifocillati si può iniziare la giornata con una passeggiata fra i vicoli del centro storico. Attraversando Ponte Cavour e svoltando a sinistra ci si trova di fronte all’Ara Pacis Augustae, l’altare della pace edificato in onore dell’imperatore Augusto. L’altare è custodito da una teca in vetro che permette di vederne l’interno. Alle spalle dell’Ara Pacis sorge il Mausoleo di Augusto che attualmente è oggetto di un lungo restauro. Incamminandoci lungo via di Ripetta, raggiungiamo una delle piazze più belle di Roma, Piazza del Popolo. Circondata da tre famose chiese e con una meravigliosa fontana con obelisco al centro, Piazza del Popolo è uno dei luoghi più famosi della città. La splendida piazza ospita la chiesa di Santa Maria del Popolo custode di meravigliose cappelle e di capolavori del Caravaggio. Da Piazza del Popolo percorriamo Via del Babuino, una strada ricca di boutique e negozi e ci concediamo una piccola deviazione per scoprire Via Margutta. Questa via, oggi pedonalizzata, è la strada degli studi di artista che oggi ospitano antiche botteghe ma anche moderne galleria d’arte e negozi di design. Via Margutta ha un fascino rimasto inalterato nel tempo come se fossimo ancora ai tempi del film “Vacanze Romane”. Lasciamo l’iconica Via Margutta e raggiungiamo il cuore di Roma, Piazza di Spagna con la sua meravigliosa scalinata che si ricopre di colorate azalee con la bella stagione. Piazza di Spagna è il centro di Roma uno dei luoghi che più la rappresentano.

Da Piazza di Spagna con una breve passeggiata di circa 10 minuti si raggiunge Fontana di Trevi, ma concedetevi una piccola deviazione a Piazza di Pietra, uno slargo che può passare inosservato ma è invece un luogo particolare, vi sono infatti le colonne di un antico Tempio di Adriano incastonate in un palazzo di più recente costruzione. Raggiungiamo finalmente Fontana di Trevi per le foto di rito e il consueto lancio della monetina. La leggenda narra che se si butta una monetina nella Fontana di Trevi e si esprime il desiderio di ritornare a Roma questo si avvererà. Proseguiamo la nostra passeggiata in direzione Piazza Navona che raggiungeremo in circa 15 minuti di cammino. Alle spalle di Piazza Navona, sul piccolo Largo Febo concedetevi un pranzo nel ristorante del film “Mangia , prega ama” o da ” Gusto ” a Via Zanardelli. Dopo pranzo, dopo aver sbirciato dall’alto i resti dello Stadio di Domiziano raggiungiamo la meravigliosa Piazza Navona. Quest’incantevole piazza con le sue fontane e i suoi palazzi è un luogo romantico e suggestivo , una piazza dalla bellezza unica e rara. Lasciamo Piazza Navona con destinazione Pantheon ma prima ci aspettano due tappe importanti, la Basilica di Sant’Agostino che custodisce ben tre opere del Caravaggio e il mitico Caffè Sant’Eustacchio, uno dei caffè più buoni della capitale realizzato da generazioni con una ricetta segreta. Raggiungiamo il Pantheon un antico tempio romano divenuto poi chiesa cattolica, la cui forma ricorda molto i templi greci e la cui cupola è un miracolo dell’ingegneria. Con un ultimo sforzo raggiungiamo il Ghetto ebraico, un luogo unico dove il tempo si è fermato. Concedetevi una passeggiata al Portico di Ottavia e alla Fontana delle Tartarughe, e infine provate un buon ristorante di cucina locale per terminare questa prima intensa giornata a Roma.

secondo giorno : la roma cristiana e le testimonianze dell’antica roma

Il secondo giorno a Roma sarà molto impegnativo e faticoso, se si vi trovate a Prati iniziate la giornata con una raffinata colazione al ” Carrè francais” in Via Vittoria Colonna dove potrete assaporare la pasticceria e i croissants francesi nel cuore della città. In questa mattinata si partirà alla scoperta della Roma Cristiana con una visita ai Musei Vaticani e alla Basilica di San Pietro. E’ fondamentale e altamente consigliato effettuare la prenotazione anticipata dei biglietti per evitare la fila che può essere molto lunga. Il sito ufficiale dei Musei Vaticani è www.museivaticani.va. I Musei Vaticani sono molto grandi e la visita vi impegnerà per buona parte della mattinata, all’interno ci sono diversi itinerari da seguire in base alle proprie preferenze e tutti confluiscono nella meravigliosa “Cappella Sistina” il capolavoro di Michelangelo. I Musei vaticani rappresentano una delle più ricche collezioni di arte al mondo che abbraccia molti stili di epoche diverse. Una volta terminata la visita ai Musei, con una passeggiata di circa 15 minuti potete raggiungere la meravigliosa Basilica di San Pietro con la sua immensa cupola. L’ingresso alla basilica è gratuito, solo se si vuole accedere alla cupola a piedi o in ascensore bisognerà pagare un biglietto così come per il Tesoro del Vaticano. E’ fondamentale rispettare il dress code per accedere al Vaticano, spalle e ginocchia devono essere coperti, le regole sono molto rigide e vengono applicate sempre. Dopo aver visitato il centro della cristianità potete con una passeggiata sul Lungotevere , passando accanto a Castel Sant’Angelo con il suo suggestivo ponte, ritornare nel quartiere Prati per un pranzo: se vi state chiedendo dove mangiare a Prati nell’apposita sezione vi do qualche consiglio. Dopo pranzo vi attende un altro pomeriggio intenso con la visita del Parco Archeologico del Colosseo. Questa immensa area archeologica comprende il Colosseo , il Foro Romano e Il Palatino. E’ consigliato anche qui acquistare i biglietti con anticipo per evitare la fila in biglietteria. Il sito ufficiale per acquistare i biglietti è www.coopculture.it. Il Parco archeologico in inverno chiude molto presto, questo è un elemento da valutare durante l’organizzazione della giornata perché c’è veramente molto da vedere. Si consiglia soprattutto per il Foro Romano l’ausilio di un’audioguida per riuscire ad identificare tutti i numerosi edifici , di alcuni dei quali infatti, ci sono rimasti solo pochi resti. Se dopo la lunga giornata avete ancora risorse, regalatevi una serata a Trastevere fra buon cibo e quattro chiacchere in piazza, respirerete l’aria della vera Roma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...