Alla scoperta del Mitreo del Circo Massimo

Il Circo Massimo era un circo ovale che poteva ospitare sulle sue gradinate fino a 90.000 spettatori entusiasti. Attualmente del suo antico splendore è rimasto ben poco e bisogna fare un grande sforzo per immaginarlo ai tempi dell’antica Roma. Il Circo Massimo ospitava una serie di giochi offerti al popolo romano fra cui le celebri corse con le bighe nelle quali si sfidavano uomini che venivano considerati delle vere e proprie celebrità. Le scuderie che gareggiavano nel circo si differenziavano in base ai colori e, sulle gradinate, i medesimi colori venivano usati dalle varie tifoserie.

Le gallerie del Circo Massimo

Grazie a una recente opera di restauro, è stato ripristinato l’accesso alle gallerie sottostanti che conducevano alle gradinate della cavea. Durante la visita si potranno vedere le antiche latrine e le stanze che ospitavano le botteghe (tabernae ) che soddisfacevano i bisogni del pubblico durante le gare. Nel corso del restauro sono stati rinvenuti diversi frammenti architettonici di enorme rilevanza archeologica. La riqualificazione dell’area ha riguardato anche la medievale Torre della Moletta dal cui piano superiore si gode una superba vista sull’intera area archeologica.

Le gallerie sono visitabili dal martedì alla domenica dalle 9,30 alle 19 il prezzo del biglietto è 5 euro per i non residenti e 4 euro per i residenti. I possessori di MIC card hanno l’ingresso gratuito. Per prenotazioni: 060608

Il Mitreo del Circo Massimo

A breve distanza dal lato corto del Circo Massimo, in prossimità della Chiesa di Santa Maria in Cosmedin è emerso un mitreo segreto. Il mitreo, luogo sacro dedicato al dio Mitra, era composto da diverse stanze comunicanti coperte da volte a botte. In alcune stanze sono state ricavate delle edicole che contenevano statue ormai perdute mentre in due stanze si riconosce il podio dove sedevano i partecipanti al banchetto sacrificale. Le pareti erano tutte intonacate e sono stati rinvenuti due bassorilievi di enorme pregio rappresentanti la tauroctonia, l’uccisione del toro cosmico per promuovere la vita e la fecondità.

L’ingresso avviene solo su prenotazione ed è necessario essere accompagnati da una guida. Il prezzo è di euro 4,00 oltre al costo della visita guidata. La prenotazione è obbligatoria al numero 060608. L’ingresso è gratuito per i possessori di MIC Card.

Se volete continuare a visitare l’area, vi consiglio una passeggiata alla scoperta dell’Aventino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...