Riscopriamo Etru il museo etrusco nella splendida cornice Villa Giulia

Il momento che stiamo vivendo è talmente particolare che ci lascia tristi, confusi e impauriti. Non ci è più concesso di cenare o prendere un aperitivo la sera, assistere a un concerto o uno spettacolo. Ma i musei e i parchi per fortuna sono ancora aperti e allora approfittiamone per scoprire tanti luoghi meravigliosi che la nostra città può ancora offrirci. Nell’incantevole Villa Giulia da fine ottocento è ospitato il museo etrusco, una delle collezioni più ricche al mondo di reperti provenienti dalle antiche città etrusche. Nel 1900 la collezione si è ampliata e viene custodita nella vicina Villa Poniatowski.

Il sarcofago degli sposi
il sarcofago degli sposi

l’incanto del rinascimento fra le mura di villa giulia

Villa Giulia fu voluta da Papa Giulio III nel 1500. La villa è circondata da giardini, ninfei e fontane. Alla sua costruzione diedero il contributo importanti artisti come Michelangelo Buonarroti e il Vasari. La ricca decorazione interna venne commissionata a Prospero Fontana. Solo lo sfarzo e lo splendore di questa villa valgono la visita a questo museo.

Villa poniatowski un piccolo gioiello di fine ‘800

Villa Poniatowski venne trasformata in villa da Giuseppe Valadier su richiesta di Stanislao Poniatowski. La villa è un vero incanto, circondata da terrazze a gradoni, giardini e abbellita da fontane. Ora ospita una parte della collezione ed è parte integrante del museo etrusco. In questo periodo di emergenza sanitaria questo settore del museo rimane chiuso al pubblico.

Apollo di Veio
Apollo di Veio

una collezione unica al mondo

La collezione di reperti etruschi del museo Etru è una delle più ricche al mondo. Fra i capolavori conservati nel museo c’è il famoso Sarcofago degli Sposi, l’Apollo di Veio, le lamine d’oro di Pyrgi e centinaia di reperti provenienti dagli scavi di tutti i centri etruschi d’Italia. Fra gli oggetti in esposizione ci sono gioielli ma anche utensili di uso quotidiano e documenti inediti provenienti dagli scavi. Nel giardino della villa è stata anche ricostruita una riproduzione del tempio di Alatri a grandezza naturale.

consigli pratici

Il museo è aperto dal martedì alla domenica dalle 9,00 alle 20,00. Il costo del biglietto è di 10 euro ma sono previste delle riduzioni. Il museo si può raggiungere con il tram 2-3-19. La stazione metropolitana più vicina è la linea A fermata Flaminio che dista circa 15 minuti a piedi dal museo.

Villa Giulia sede del museo etrusco
Villa Giulia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...